COME RISCUOTERE UNA SCOMMESSE VINCENTE CHE IL BOOKMAKER NON VUOLE PAGARE
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin

Come riscuotere una scommessa vincente che il bookmaker non vuole pagare? ve lo svela Sbostats5 minuti di lettura

Sbostats, il più grande archivio statistico in ambito di scommesse sportive, ti spiega perchè i bookmakers italiani non possono opporsi al pagamento di una vincita.

Nel caso ci provassero, come devi comportarti e quali azioni puoi compiere per rendere il processo efficace e veloce? Leggi l’articolo e lo scoprirai…

PALPABLE ERROR NELLE SCOMMESSE SPORTIVE, UNA “SCUSA” CHE I BOOKMAKERS ITALIANI NON POSSO USARE CONTRO DI TE

Il mondo delle scommesse sportive in Italia è decisamente differente da quello estero. I consumatori in Italia sono molto tutelati e uno scommettitore di fatto, lo è al 100%. Ecco perchè quando giochi una scommessa sportiva su un sito legale di scommesse sportive (.it con concessione dei monopoli di stato) sottoscrivi un “contratto” fra te e il bookmakers.

Siccome in Italia il rischio di impresa è sancito dai regolamenti e dalle leggi in vigore, il bookmakers, una volta accettata la giocata non può per nessuna ragione (in realtà una esiste e te lo spiegheremo in seguito) rifiutarsi di pagare una scommessa sportiva vincente.

Questa procedura, che si chiama “to void” nei siti esteri o illegali (i cosiddetti .com senza licenza ADM) è una consuetudine e viene utilizzata in caso di palpable error ovvero di errore palese.

Sbostats è il più l’archivio di dati statistici sulle scommesse sportive del pianeta, con oltre oltre 50 milioni di risultati salvati.

Sbostats ha catalogato ogni singola scommessa sportiva fatta dai bookmakers negli ultimi 20 annni!

I dati relativi alle quote di partenza sono stati analizzati per te dal team di Sbostats per farti scoprire cosa succede quando ragioni come un bookmaker e non come uno scommettitore.

Se utilizzi l’archivio di Sbostats avrai semplicemente più probabilità di vincere alle scommesse sportive.

Scegli Sbostats e leggi il sul nostro per avere le risposte alle domande che ti sei sempre posto.

Se ad esempio, un bookmaker di scommesse sportive, banca la vittoria della Juventus in amichevole contro la Pro Sesto a quota 105 invece di 1,05 è di fatto un errore palese, visto che è comprensibile come l’errore sia stato di battitura (anche se ormai quasi tutte le quote entrano in sistema automaticamente e non vengono più scritte a mano).

In Italia però, nonostante i bookmakers di scommesse sportive abbiano più volte provato a chiedere l’introduzione di questa regola, il palpable error non esiste. Ed per questo che il bookmaker è tenuto a pagare sempre e comunque, anche in caso di errore (rischio d’impresa) le scommesse vincenti.

L’unico rimborso (annullamento) di una scommessa sportiva vincente contemplato dai regolamenti è il rimborso orario. Quando accade? Il rimborso orario nelle scommesse sportive può essere messo in atto dal bookmaker, quando una giocata è stata piazzata o a esito già avvenuto o se un match era già iniziato o peggio ancora terminato.

Due esempi: se giochi una scommessa sportiva live sul “segna goal 1 squadra casa” e il match è già 1-0, è chiaro che stai cercando di fregare il bookmakers su un esito già realizzato, che il sistema per un problema tecnico non ha refertato.

Oppure, se giochi pre match ad esempio un pareggio nel momento in cui la gara è già iniziata (magari da una mezz’ora o peggio ancora terminata) stai puntando in una fascia oraria non consentita, a quote ovviamente vantaggiose ed errate.

Il rimborso orario è quindi, come detto, l’unica occasione in cui il bookmakers può rifiutarsi di pagare e di fatto annullare la scommessa, cambiandola con “quota 1” rimborsando così la giocata.

COSA FARE SE IL BOOKMAKERS NON VUOLE PAGARE UNA SCOMMESSE VINCENTE

La prima cosa da fare è verificare che davvero la scommessa (che sul tuo conto gioco risulta perdente o rimborsata) sia in realtà vincente. L’operazione è semplicissima: basterà collegarsi alla pagina ad hoc dei monopoli di stato sulla “verifica giocata” e inserire il codice alfa numerico che si trova sul biglietto e che in genere è preceduto dalla descrizione “codice rif. ADM”.

Una volta che il sistema ti darà esito vincente può iniziare col seguente iter: chatta live col tuo bookmakers di scommesse sportive o telefona per avere spiegazioni sul mancato pagamento della giocata; in caso di risposta vaga o negativa (ricorda però che il bookmakers ha tempo 72 ore per refertare una scommessa), scrivi una email al servizio clienti, meglio ancora utilizzando un indirizzo di posta elettronica certificata (ci sono tanti siti che ti permettono di avere una PEC a prezzi modici anche inferiori ai 10 euro l’anno).

Nella mail specifica l’id del biglietto e ribadisci che se non ti verrà pagata la scommessa sportiva vincente sarai costretto a chiedere la verifica dai monopoli di stato; Se il tuo bookmakers non è ancora intenzionato a pagarti, dicendo che sulla partita ci sono verifiche in corso sulla sua regolarità o adducendo altre “scuse”, scrivi (via pec) a ADM cercando fra i suo numerosi contatti. ADM agirà secondo le regole e riuscirà a far si che la tua scommessa vincente venga regolarmente pagata, difendendo i tuoi diritti di consumatore.

SITI DI SCOMMESSE SPORTIVE LEGALI, GLI UNICI A TUTELARE AL 100% IL GIOCATORE: ECCO PERCHE’

L’iter che ti abbiamo appena esposto vale solo per i siti di scommesse legali con regolare licenza ADM.

Su tutti gli altri siti di scommesse illegali (.com o senza concessione dello stato), queste regole non valgono e agire per vie legali contro siti che hanno sedi in paradisi fiscali, tipo Malta o Curacao, difficilmente ti porterà a riscuotere la scommessa vincente.

Ecco perchè, fra i numerosi motivi per i quali Sbostats, sito che promuove il gioco sicuro e responsabile, ti consiglia di non scommettere su siti illegali, c’è anche e soprattutto questo “piccolo-grande” probema.

Conosciamo centinaia di persone che hanno subito truffe online con scommesse sportive vincenti ma non pagate dai bookmakers .com e vi assicuriamo che queste situazioni sono molto spiacevoli oltre a non concludersi quasi mai con un esito positivo.

Vuoi leggere altri articoli?

Torna al blog.

Articoli correlati

Una risposta

  1. aggiungerei inoltre che i siti non ADM spesso non chiedono verifica di documenti ed accettano cripto! Dunque vivono di illegalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparazione bonus

Contenuto informativo

Piattaforma di statistica sulle quote d’apertura dei bookmakers e di formazione nelle scommesse sportive che aiutano a scommettere con maggiore consapevolezza.

Luca Camossi

Luca Camossi

Co-founder Sbostats

Scopri il canale YouTube ufficiale

REDAZIONE

Il team di Sbostats

Categorie